La palla disegnata

Ieri sera prima di addormentarmi mi sono imbattuta in qualche vecchia foto su Google.
Ce ne sono alcune che non avevo mai visto ed è stato divertente curiosare tra i ricordi: ho un sacco di foto con Dani, delle nostre avventure da giocatrici "private" di beach volley.
Momenti sfidanti in cui ci siamo davvero donate totalmente al nostro #sogno, imparando la #vita.
Mi sono soffermata su questo scatto perché un suo particolare mi è balzato allo sguardo.
Non si tratta del modello di pallone (che non è quello corrente), o della mia completa assenza di muscoli 😂

Se guardate attentamente, si vede un piccolo pallone dipinto sulla mia mano sinistra, proprio sopra il pollice.
Mi ero abituata a disegnarlo con una penna, prima di entrare in campo, ad ogni partita.
Mentre lo disegnavo ripetevo a me stessa i motivi per cui amavo giocare a beach volley ed elencavo ciò che mi serviva provare in gara per dare il meglio, per essere pronta, concentrata, carica.

Mettevo tutto dentro a quella piccola #magica #palla che rappresentava la mia grande #passione, perché sapevo che durante il gioco, ogni volta che l'avrei guardata, mi avrebbe fornito la giusta #energia e creato in me lo stato d'animo di certezza.

Avevo un #àncora potentissima, senza sapere che in futuro mi sarei specializzata sulla preparazione #mentale, sulle strategie del successo, sul potere dell'immaginazione, sui rituali.

Di quante cose non siamo ancora consapevoli?
Quante e quali #risorse sono già in noi in attesa di essere portate alla luce?
Quanto desideri essere la migliore versione di te possibile?

Il coaching è speciale anche per questo, e io sono felice di mettere a disposizione di persone impegnate la mia professionalità.

#ILoveMyJob #Coaching #CoachEkis #SportCoaching #GiuliaMomoli