La gente que me gusta



"Mi piace la gente che vibra,
 che non devi continuamente sollecitare
 e alla quale non c'è bisogno di dire cosa fare perché sa quello che bisogna fare e lo fa.
 Mi piace la gente che sa misurare
 le conseguenze delle proprie azioni,
 la gente che non lascia le soluzioni al caso.
 Mi piace la gente giusta e rigorosa,
 sia con gli altri che con se stessa,
 purché non perda di vista che siamo umani e che possiamo sbagliare.
 Mi piace la gente che pensa che il lavoro collettivo, fra amici,
 è più produttivo dei caotici sforzi individuali.
 Mi piace la gente che conosce l'importanza dell'allegria.
 Mi piace la gente sincera e franca, capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli.
 Mi piace la gente di buon senso, quella che non manda giù tutto,
 quella che non si vergogna di riconoscere che non sa qualcosa o si è sbagliata.
 Mi piace la gente che, nell'accettare i suoi errori, si sforza genuinamente di non ripeterli.
 Mi piace la gente capace di criticarmi costruttivamente e a viso aperto: questi li chiamo "i miei amici".
 Mi piace la gente fedele e caparbia, che non si scoraggia quando si tratta
 di perseguire traguardi e idee.
 Mi piace la gente che lavora per dei risultati.
 Con gente come questa mi impegno a qualsiasi impresa, giacché per il solo fatto di averla al mio fianco mi considero ben ricompensato."

M. Benedetti