Compagne di squadra, mamme

Ripenso a quando, per giocare a pallavolo, vivevamo nello stesso appartamento.
Condividevamo gli allenamenti, i pasti che le mamme ci preparavano con amore per la settimana, le pizzate con le nostre famiglie a fine partita di sabato.
Anche il letto matrimoniale, sebbene ognuno avesse la propria camera.
Mi prestavi i tuoi vestiti, avevi uno stile fantastico.
Giocavamo a Super Mario per staccare tra scuola e pallavolo, facevamo delle gran pennichelle pomeridiane, studiavamo la notte dopo la palestra.
Tantissimi momenti trascorsi in simbiosi, come due sorelle.
Per tutti Fonzy e Momi, tu al centro, io in banda.
Due matte: ci siamo proprio divertite!
Oggi ti ritrovo così: sempre sorridente, leggera, bella, con la battuta pronta, la gioia nel cuore, un innato ottimismo.
E... mamma.
Con questa creatura magnifica di nome Adelaide tra le braccia, che di te ha già l’espressione furbina e brillante.
Un grandissimo dono averti incontrata stamattina, e aver fatto conoscere le nostre bambine.
Anche se, senz’altro, si conoscevano già. ♥️